Lunedì, 17 Giu 2024
 
 
Vallelunghesi caduti e dispersi in Russia PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 28 Agosto 2013 14:00

VALLELUNGHESI CADUTI E DISPERSI IN RUSSIA

Vallelunghesicaduti

Titolo completo: Vallelunghesi caduti e dispersi in Russia (Campagna di Russia 1941 - 1943).
Autori: Giuseppe Piraino.
Edizione: RS Arti Grafiche, S.G.Gemini, 2008.
Ristampa: Nessuna.
Pagine: 194.

La biografia


L'opera
 
Un lavoro particolare quello di Pino Piraino, dedicato non tanto alla scoperta (riscoperta) della verità oggettiva di un periodo storico circoscritto (la Campagna di Russia del 1941-1943), quanto, invece, volto al recupero della memoria dei concittadini che, insieme a milioni di altri italiani, sacrificarono la loro vita per scrivere una delle pagine più tristi della nostra storia.
Nel lavoro, dopo una breve introduzione storica volta a tracciare equilibri ed alleanze tra le nazioni coinvolte nel conflitto, l'autore tratteggia, a partire dal giugno 1941, il delinearsi e successivamente l'evolversi della Campagna di Russia.
L'autore illustra poi l'evoluzione del primo dopoguerra e la fase di rimpatrio dei prigionieri italiani fino a giungere al "... cuore della ... ricerca", come scrive lo stesso autore, costituita dalla elencazione dei Vallelunghesi caduti e dispersi in Russia.
Scrive l'autore "... il contenuto ... è il risultato di ricerche e letture di documenti ufficiali, mentre poche sono state le testimonianze dei congiunti. Alcuni di loro (fratelli, nipoti) hanno, effettivamente, dichiarato di essere stati informati e di possedere una certificazione attestante il destino cui andarono incontro i propri cari. Altri, i più, hanno dichiarato di non sapere nulla e che non posseggono documenti. Ancora oggi, nello svolgimento della mia ricerca, ho potuto constatare come tra i congiunti dei dispersi tale argomento riapre una ferita mai cicatrizzata, richiamando alla memoria l'attesa del ritorno dei propri cari ...".
Si può affermare senza tema di smentita che il lavoro di Pino Piraino, finalmente, permette alla comunità vallelunghese di ricordare i suoi caduti nel secondo conflitto mondiale e ne tramanda la memoria alle generazioni future.

 

Testi a cura del Dott. Giuseppe Gaeta 


Ultimo aggiornamento Mercoledì 28 Agosto 2013 16:39